Su Apache Derby (conosciuto anche come JavaDB e IBM Cloudscape)

Apache Derby è un sottoprogetto di DB della Apache Software Foundation. E’ una delle sue soluzioni per database di qualità commerciale, open-source creata per la distribuzione gratuita al pubblico.

Le radici di Derby si trovano nel database JDBMS sviluppato dalla Cloudscape nel 1997. Rinominata Cloudscape, poi acquisita dalla Informix, che a sua volta è stata comprata dalla IBM nel 2001. IBM ha fornito il codice di database ad Apache nel 2004.

Derby è basato su standard Java, SQL e JDBC. Comprende il driver integrato JDBC, quindi può essere inclusa in qualunque applicazione basata su Java. Derby è un motore di database estremamente piccolo e completo e il suo driver integrato consuma soltanto 2.6MB di spazio. Può anche essere usato in modalità client/server, non soltanto come soluzione integrata.

Per le applicazioni Java è molto semplice usare Derby come archivio dati. Tuttavia non è propriamente una buona soluzione client/server. Con una prestazione piuttosto ridotta e problemi di blocco, potresti dover mettere in discussione la scelta del tuo database a meno che l’unica cosa di cui hai bisogno non sia il database integrato (un’altarnativa integrata rinomata è SQLite). Gli utenti dicono che Derby è un database integrato molto solido. Tuttavia tieni a mente la sua prestazione di proporzioni modeste. Query complesse hanno un grande impatto sul rendimento di Derby. Nel confronto database di H2, HSQLDB e Derby, Derby si è dimostrato essere il più lento dei database integrati di Java.

Sun Corporation ha inserito Derby nel pacchetto JavaDB in JDK 6 e tuttora Oracle (che ha acquistato la Sun) continua a farlo. IBM confeziona Derby come Cloudscape.

Tutte le nostre applicazioni sono .NET. Abbiamo scelto di supportare Derby basato su Java migrandolo alla piattaforma .NET e utilizzando IKVM.NET, che migra automaticamente Java bytecode a .NET bytecode. Quindi offriamo un supporto nativo di Derby in lettura, scrittura e query.